Rifacimento bagno

Rifacimento bagno: come organizzare i lavori

Per evitare che i tempi relativi al rifacimento del bagno si allunghino, creando disagi a tutta la famiglia è bene prima di iniziare stilare con la ditta un cronoprogramma delle opere da eseguire. Dovrete procedere per step e dare delle giuste tempistiche. Il primo step da affronare per rifacimento del bagno sarà : legato allo smantellamento del vecchio bagno. Gli addetti ai lavori della ditta che avete ingaggiato dovranno rimuovere tutti i sanitari per poi eliminare il rivestimento il pavimento e il massetto.

Il massetto sarà demolito solo nel caso abbiate deciso di creare degli impianti elettrici e idraulici nuovi. A questo punto per permettere di installare i nuovi tubi e fili elettrici si dovranno creare le nuove tracce, ovvero delle canaline dove saranno alloggiati,tubi e cavi. Una volta concluso il lavoro per smantellare il vostro vecchio bagno, tutti i materiali di risulta dovranno essere smaltiti dall’azienda secondo le normative vigenti.

Nuovo impianto idraulico ed elettrico

Conclusa questa prima fase si dovranno cominciare a creare i nuovi impianti, l’idraulico si occuperà della posa in opera dei tubi mente l’elettricista si occuperà di posizionare i nuovi cavi per il vostro impianto elettrico. Conclusa l’opera per creare il nuovo impianto andrà fatto il nuovo massetto. Il massetto dovrà essere completamente secco per permettere agli operai di procedere con la posa in opera dei pavimenti e dei rivestimenti.

Dopo aver collocato le mattonelle del pavimento e del rivestimento , gli operai potranno concludere l’opera di ristrutturazione del vostro bagno con l’istallazione dei sanitari e della rubinetterie. L’ultimo step sarà quello legato alla pitturazione del bagno con pittura lavabile e nel caso il vostro bagno sia soggetto a muffe ed umidità sarà consigliato un prodotto antimuffa ed isolante. A questo punto il vostro bagno sarà pronto per il collaudo.

Collaudo del bagno

Per verificare se tutto è stato fatto a regola d’arte andranno verificate tecniche, la prima cosa da controllare, per evitare che i tubi possano avere problemi, è la pressione dell’acqua. Il secondo controllo sarà quello relativo alla temperatura per capire se tutti i miscelatori siano stati istallati correttamente. L’ultimo controllo e quello che serve a capire se vi sono delle eventuali perdite. Per quanto riguarda l’impianto elettrico, l’elettricista valuterà tutti i punti luce e tutte le spine della corrente istallate per capire se tutto è stato fatto nel modo giusto e in sicurezza.